“Convegno Nazionale Diritto Amministrativo Elettronico”, Roma 12.12.2013, sede TAR Lazio, sala conferenze, Via Flaminia 189

Pubblicato da Andrea Pontecorvo il 06/12/2013

Si terrà a Roma, il 12 dicembre 2013, presso la sede del T.A.R. LAZIO, Sala Conferenze, la decima edizione del “Convegno Nazionale Diritto Amministrativo Elettronico“.

DAE INSIDE

Il convegno è articolato in quattro sessioni plenarie:

  •  9.30 – 11.30 Appalti Pubblici ed Informatica
  • 11.30 – 13.30 Processo Amministrativo Telematico
  • 15.00 – 17.00 Procedimento Amministrativo Digitale
  • 17.00 – 19.00 Agenda Digitale e Pubblica Amministrazione

Qui puoi scaricare DAE 2013 – programma definitivo

Con la direzione scientifica dello Studio Legale Giurdanella & Partners e l’organizzazione CeSDA, il Magistrato Tar Lazio, Cons. Dott.ssa Ines Simona Pisano (Responsabile Vicario del Servizio Centrale Informatica e Tecnologie della comunicazione della Giustizia Amministrativa ed anima dell’iniziativa) relazionerà e coordinerà gli interventi di tutti i relatori che esamineranno norme, prassi e giurisprudenza relative ad ogni singolo profilo delle nuove tecnologie applicate al Diritto Amministrativo.

L’opera di disseminazione e utilizzo della piattaforma del Processo Telematico vede impegnati diversi settori della giustizia italiana, spaziando in tutti gli ambiti (dalla  giustizia ordinaria, a quella amministrativa e tributaria, solo a titolo d’esempio). Il lavoro coinvolge attivamente le istituzioni, le associazioni di categoria e promuove strategiche sinergie tra i ricercatori, gli enti coinvolti e i soggetti qualificati, utilizzatori primi del sistema informatico, tanto da far acquisire alle nuove piattaforme di interlocuzione con gli uffici giudiziari prospettive innovative nelle politiche nazionali, quand’anche imposte dalla non florida situazione economica generale.

DAE 2 INSIDEIl primo importante focus del convegno sarà incentrato sulla risoluzione della patologie e criticità del processo telematico. Le strategie devono tendere verso prospettive concrete di business continuity? Ed ancora, come risolvere il problema delle firme digitali e PEC scadute, i problemi nella trasmissione informatica di atti processuali soggetti a termine, le criticità dei sistemi di gestione e conservazione di atti e documenti?

Queste sono solo alcune delle vicende tecniche che si riflettono – con sempre maggiore frequenza – sulla validità degli atti processuali informatici, e più in generale sullo svolgimento, ed i relativi effetti giuridici, del processo.

Ne tratteranno, tra gli altri: Ines Simona Pisano (Magistrato Tar Lazio, Servizio Centrale Informatica e Tecnologie della comunicazione della Giustizia Amministrativa), Enrico De Giovanni (Avvocato dello Stato, estensore D.Lgs. 82/2005, Codice PA Digitale), Barbara Fabbrini (Magistrato referente per l’informatica del Tribunale civile di Firenze), Giulio Borsari (Ingegnere informatico del Ministero della Giustizia, Direzione Generale Sistemi Informativi Automatizzati, referente tecnico progetti europei «e-Justice»), Fiorenzo Sirianni (Direttore della Direzione Giustizia Tributaria presso Ministero dell’Economia e delle Finanze), Francesco Brugaletta (Magistrato Tar Catania, Fondatore e direttore della rivista telematica diritto.it).

Ed ancora, sarà trattato il tema dell’ identità digitale, ovverosia la più urgente tra le tre priorità scelte dal Commissario del Governo per l’attuazione dell’Agenda Digitale.  Proprio in questi giorni l’unità di missione sta lavorando a tappe forzate per mettere a punto il decreto ministeriale attuativo dell’art. 17-ter del “Decreto del Fare” per la realizzazione dello Spid. Illustrerà l’argomento, tra gli altri, Gianluigi Ciacci (Docente di informatica giuridica e diritto civile dell’informatica presso il dipartimento di giurisprudenza della Luiss Guido Carli). Modera Guido Scorza (e-Lex, membro dell’unità di missione della Pres. Cons. Ministri sull’Agenda Digitale).

DAE 3 INSIDE

IusLaw sarà presente ediffonderà i risultati del convegno.

Andrea Pontecorvo